L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Abbandonare il cibo frullato

Gent.ma dott.sa, la mia bimba ha sempre mangiato ma ho continuato a frullare carne pesce e verdure, pertanto fino a ieri le facevo fare un unico pasto completo a pranzo e cena. Adesso, il pediatra mi consiglia di passare ad un'alimentazione un po’ diversa differenziando il pranzo e la cena, passando a cibi che le consentono la masticazione. Io sto nel panico, oggi ho cominciato con la pastina, ma brancolo nel buio su come dividere pasti e calorie. Può aiutarmi? Grazie mille continua
Dott.ssa Maria Anna Tomaselli
Dietista

gentile signora la sua confusione è normalissima, ma non la trasformi in panico … perché la piccola Eva potrebbe avvertirla. In effetti frullare tutto e mettere tutto in un piatto è più semplice e comodo, ma a quest’età è perfino un po’ tardi per iniziare. Altro discorso è preparare un gustoso pasto, mettendoci più fantasia e impegno. Perché è questo che deve fare: preparare piatti equilibrati, con le giuste quantità e con ingredienti di qualità come fa per il resto della famiglia. Sono d’accordissimo col suo pediatra, l’alimentazione della sua bambina deve cambiare e la piccola deve assolutamente masticare. Ovviamente il passaggio dal frullato al cibo solido potrà essere graduale. Cominci con formati di pasta piccoli, con il riso e con verdure e legumi frullati in parte. Anche la carne e il pesce possono essere sminuzzati in pezzettini man mano più grandi. Usi la fantasia e dia sapore con le erbe aromatiche, creando piatti accattivanti anche per gli occhi, oltre che per il palato. E faccia consumare i pasti alla bambina a tavola con voi grandi, creando un’atmosfera serena e non di “buio e ansia”.

Nella nostra sezione “Ricette per bambini1-3 anni” può trovare tante idee per cominciare un’alimentazione più varia e giusta per l’età di Eva.

Fai una domanda

Margherita Caroli
Vania
Alessandra Piedimonte
marina cammisa
mordenti_s
Tomaselli

La tata consiglia

Scegliere il vasino

All’età di 2 anni, il bambino riesce a controllare gli sfinteri (muscoli intorno all’ano e alla vescica) e quindi può cominciare a imparare a usare il vasino. In ogni caso rispettate i suoi ritmi. Scegliete un vasino attraente (ne esistono ormai di colorati e giocosi) che gli renda l’apprendimento divertente. Poiché i bambini sono spesso irrequieti, controllate che la base sia antiscivolo. Per i maschi esistono vasini con la parte anteriore più alta che evita fuoriuscite di pipì. Esistono anche i riduttori che si adattano al water e permettendo al bambino di imparare a usarlo. Date al bambino una scaletta che gli permetta di salirci più facilmente.

Scopri gli altri consigli